Alert System

Sistema di Allerta Telefonico 

La svolta "eco" della 72esima "Sagra dell'Uva" di Zagarolo

in

Zagarolo – La 72esima “Sagra dell’Uva” che si apre questo weekend ha in cantiere l’idea di trasformarsi nel futuro in “ecosagra”. Per questa edizione non verrà effettuata soltanto la raccolta differenziata, infatti, ma è previsto anche l’utilizzo di materiale compostabile da parte della maggioranza assoluta degli standisti (materiale che può essere gettato direttamente nell’organico). In pochissimo tempo, grazie all’esperienza della testata “Gallo Parlante” e del “Comitato Difesa del Territorio” in ambito di gestione virtuosa dei rifiuti, è stato avviato il percorso di avvicinamento all’obiettivo di “rifiuti 0”. Quest’ultime associazioni, a titolo di ringraziamento e per evidenziare gli stand che hanno deciso di aderire all'iniziativa, produrranno una comunicazione composta da manifesti, locandine e volantini allo scopo di far conoscere a cittadini e turisti la svolta “eco” della sagra.
 
“Desideriamo ringraziare queste associazioni per averci aiutato a far comprendere l’importanza di una raccolta rifiuti attiva e concreta all’interno di un evento così sentito per il territorio – spiega Lorenzo Piazzai, sindaco di Zagarolo, – Da parte nostra avevamo chiesto una differenziata capillare per tutti gli standisti che avrebbero partecipato alla sagra. Ci troviamo di fronte ad una maggioranza assoluta che, pur con costi elevati, si sono muniti di materiale compostabile mater-bi. Questa scelta ci rende particolarmente felici, segno che il percorso avviato è davvero quello giusto”.
 
Che Zagarolo fosse un comune “verde” lo si era intuito nello scorso weekend quando l’associazione “No Border” ha invitato la Comunità ad una pulizia partecipata di Zagarolo. Centinaia di cittadini hanno affiancato i 15 volontari del Work Camp provenienti da ogni continente e le numerose associazioni del territorio ad una Domenica ambientale collettiva. Gli stessi volontari internazionali, coordinati dall’associazione “No Border”, saranno i garanti della raccolta rifiuti e vigileranno turisti e cittadini per sensibilizzarli ad una corretta differenziata.
 
“Il rispetto dell’ambiente passa anche attraverso l’organizzazione di eventi che facciano dell’ecologia una premessa imprescindibile – conclude il vicesindaco e assessore all’ambiente, Federica Buiarelli. – Siamo partiti con una proposta ed è stata recepita, assimilata e si è evoluta in brevissimo tempo. Grazie alla condivisione e alla partecipazione di tutte le associazioni, la “Sagra dell’Uva” di quest’anno è davvero un passo avanti rispetto alle edizioni precedenti. Un ringraziamento particolare va alla Società AMBI.EN.TE, sempre disponibile per rendere Zagarolo più verde e vivibile e al presidente della Pro Loco, Anna Petrassi, per aver coordinato l’organizzazione dell’intero evento”.

02/10/2015
AllegatoDimensione
Comunicato stampa Sagra Uva Eco.pdf258.45 KB