Alert System

Sistema di Allerta Telefonico 

Zagarolo: festeggiamenti per Sant’Antonio Abate

in

La Confraternita di Sant’Antonio Abate festeggia quest’anno il 356° anniversario della sua fondazione.

Stanno per ripartire i festeggiamenti in onore di Sant’Antonio Abate a Zagarolo, organizzati dalla Confraternita del Santo, dalla Società detentrice del Vessillo per l’anno 2012/13 in collaborazione con la Pro Loco.

Da giovedì 17 fino a domenica 20 gennaio si svolgeranno numerose iniziative dedicate al santo protettore degli animali. Per giovedì e venerdì sono previste le Sante Messe in onore del Santo officiate da Mons. Giovanni Montano e da Don Ludovico Borzi con la partecipazione dei Priori con il Vessillo e le Sacre Immagini. Sabato 19 dalle ore 19.30 presso Piazza Guglielmo Marconi si svolgerà il Falò di Sant’Antonio con degustazioni di panini, vino locale e salsicce.

Domenica mattina l’alba sarà salutata dagli spari di bombe e dopo la messa si svolgerà la tradizionale benedizione degli animali, dei mezzi agricoli e degli automezzi che sfileranno lungo le strade della città. Dopo la messa delle ore 11.30 verranno distribuite, come vuole la tradizione, le “pagnottelle” benedette.

Nel pomeriggio di domenica presso Piazza Santa Maria per tutti gli appassionati dei cavalli si terrà lo spettacolare raduno equestre. Nel corso della serata presso la Sala Mario Fani nella Chiesa di San Pietro Apostolo si svolgerà l’Offerta per l’assegnazione della Bandiera di Sant’Antonio Abate e la cerimonia di consegna al nuovo Alfiere per l’anno 2013/2014. A chiudere i festeggiamenti lo spettacolo pirotecnico alle ore 20.00.

In occasione dei festeggiamenti di Sant’Antonio Abate – dichiara il Sindaco Giovanni Paniccia – si riscoprono le tradizioni agricole del nostro territorio. Vorrei ringraziare la Confraternita del Santo per il lavoro svolto e l’impegno profuso, la Pro Loco e tutte le associazioni che hanno collaborato alla realizzazione dell’iniziativa”.

Questa è la festa della tradizione e dell’agricoltura – commenta il Presidente della Pro Loco Sandro Vallerotonda – proprio per questo abbiamo cercato di organizzare al meglio tutte le iniziative previste. Ringrazio tutti coloro che hanno collaborato per la realizzazione dell’evento”.

Grazie ai manoscritti – spiega Carlo Vincenzi il Camerlengo della Confraternita - ritrovati nel 2009 anno in cui abbiamo iniziato ad allestire la Biblioteca di San Pietro inaugurata nel 2012, siamo riusciti a risalire all’anno della fondazione della nostra Confraternita, a scoprirne le origini e la sua storia. La Confraternita fin dall’inizio assumeva le funzioni di un ente assistenziale nato a scopo benefico senza scopo di lucro che si adoperava per le persone povere e bisognose. Come ogni anno cerchiamo di rispettare le stesse tradizioni di un tempo anche nell’organizzazione dei festeggiamenti dal famoso “Fuoco di Sant’Antonio” alle “Pagnottelle” benedette subito riconducibili alla vita povera e semplice di Antonio Abate”.

17/01/2013
Dal: 
17/01/2013
Al: 
20/01/2013