Alert System

Sistema di Allerta Telefonico 

Teatrino Palazzo Rospigliosi: proiezione Film "LA ROSA BIANCA"

Venerdì 27 gennaio ore 21:00
Film "LA ROSA BIANCA"
Regia: Marc Rothemund. Germania, 2005.
Con: Julia Jentsch, Gerald Alexander Held, Fabian Hinrichs, André Hennicke, Florian Stetter, Johannes Suhm, Petra Kelling
Durata: 117'

Venerdì 27 gennaio, Giorno della Memoria, vogliamo dedicarlo a quante e quanti hanno coraggiosamente sfidato il regime nazista nelle condizioni più difficili. Il 22 febbraio 1943, furono processati e condannati a morte tre giovani del gruppo di resistenza tedesco la "Rosa Bianca".
Sophie Scholl, Hans Scholl e Christoph Probst vennero decapitati nello stesso giorno dopo solo qualche ora dalla sentenza. La loro colpa era di aver scritto e distribuito sei volantini antinazisti. Ci è sembrato importante presentare un film che ricorda un episodio spesso trascurato all'interno della tragedia nazista. Al di là del valore pratico della resistenza messa in atto dai ragazzi della "Rosa Bianca", ciò che va sottolineato è il valore etico della loro azione. La pericolosità dell'atto di dissenso per un regime totalitario e oppressivo rappresenta il maggior pericolo. Non è la violenza che può spaventare i teorici dell'oppressione ma il pensiero che, finalmente libero, fa della disobbedienza arma di libertà.

Il 17 febbraio del 1943, quando il governo tedesco dichiarò caduta e perduta Stalingrado, un gruppo di studenti dell’università di Monaco si convinse che la fine della guerra fosse ormai prossima. Otto mesi di bombardamenti continuati e le numerose perdite di soldati sul fronte orientale accrebbero l’ottimismo e l’euforia del movimento di resistenza studentesco de La Rosa Bianca. I tempi e il popolo tedesco erano maturi per il loro sesto volantino rivoluzionario. Furono i fratelli Scholl, Hans e Sophie, a offrirsi volontari e a immolarsi, ignari, per la causa. Quella mattina di febbraio centinaia di volantini di denuncia contro i crimini nazisti vennero disseminati lungo i corridoi degli atenei. Un gesto azzardato che divenne il loro punto di non ritorno: sorpresi da un sorvegliante, furono interrogati dalla Gestapo, processati dalla Corte Popolare di Giustizia e condannati alla ghigliottina in soli cinque giorni.
 
N.B. Informiamo amiche e amici che ci seguono che per avere la “liberatoria” del DVD Public e proiettare questo film CinefilAnti ha anticipato euro 121,00 alla Casa distributrice.  Ci appelliamo alla vostra sensibilità affinché nel caso partecipiate alla proiezione, sottoscriviate in via straordinaria (almeno 2,00 euro in aggiunta ai 5,00 euro del costo della tessera 2012 per chi ancora non l'avesse rinnovata), al fine di permettere la prosecuzione del Cineforum Agorà. Ricordiamo infatti che il circolo culturale CinefilAnti non gode di finanziamenti pubblici né privati, è totalmente autofinanziato e le attività sono svolte a titolo di puro volontariato. GRAZIE

________________________________________
http://zagarolosolidaleantirazzista.blog.tiscali.it
http://cinefilanti.blog.tiscali.it
cinefilanti@tiscali.it
 

24/01/2012