Alert System

Sistema di Allerta Telefonico 

Al via i lavori di ristrutturazione della ex-stazione

Sono iniziati lo scorso lunedì i lavori di ristrutturazione dell’ex stazione ferroviaria Roma – Fiuggi all’inizio di Viale Ungheria. Ormai in disuso da molti anni, l’ex stazione delle FS sta per trasformarsi in un luogo di aggregazione per i giovani del territorio, con l’ambizione di inventare un punto di scambio iter-culturale. Questo progetto si è reso possibile grazie alla “legge regionale 28 dicembre 2007, n.26 Modalità e criteri per la realizzazione di opere pubbliche derivate da processi di partecipazione”. Il comune di Zagarolo ha subito avviato una serie di incontri con i cittadini al fine di conoscere tutte le esigenze e di individuare tra queste la proposta più coerente non solo con le finalità imposte dalla Regione ma anche con le necessità del territorio. 

“Abbiamo ritenuto giusto dare spazio ai giovani – commenta l’Assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Zagarolo Antonella Bonamoneta proprio perché a gran voce hanno richiesto uno spazio dedicato alle attività culturali. Dunque è stato considerato anche l’aspetto sociale dell’iniziativa – conclude l'Assessore Bonamoneta - considerato che a usufruirne saranno principalmente i ragazzi che potranno svolgere tutte quelle attività legate alla musica e alla cultura in genere”.

“Realizzare un'opera è sempre motivo di grande soddisfazione per un'amministrazione – dichiara il Sindaco di Zagarolo Giovanni Panicciama in questo caso lo è a maggior ragione, in quanto è il risultato di un processo di partecipazione in cui sono stati i cittadini a scegliere come utilizzare l'edificio. Per questo - conclude il Sindaco – voglio ringraziare gli uffici e l'assessorato competente per il lavoro svolto, ma soprattutto i ragazzi che hanno creduto fin da subito alla realizzazione del progetto”.

L'edificio sarà gestito totalmente dal Comune e la ristrutturazione prevede il mantenimento dell'aspetto esteriore al fine di non alterare troppo i tratti ormai riconoscibili sul territorio, e successivamente sarà effettuata anche la sistemazione e l'arredo dell'area circostante l'edificio.

Gli ambienti interni saranno invece modificati e utilizzati in diversi modi dalla sala lettura a quella studio, e poi ancora sale polifunzionali anche per le registrazioni della musica con gli impianti necessari, inoltre sono previste sale per le mostre e per le arti in genere.

A dirigere i lavori, Fabio Uberti giovane architetto di Zagarolo, che ha dedicato particolare attenzione alla progettazione dell'opera.

14/03/2012