Alert System

Sistema di Allerta Telefonico 

Incontro tra Sindaci e dirigenza ACEA a Zagarolo: cosa si è detto, cosa verrà fatto

Si è svolto Venerdì 23 Marzo l’incontro tra dodici sindaci del territorio castellano e prenestino, i comitati civici e la dirigenza ACEA. I Comuni rappresentati da Sindaci e/o consiglieri delegati sono stati: Zagarolo, Palestrina, Cave, Rocca di Cave, San Cesareo, Castel San Pietro, Colonna, Frascati, Monte Porzio Catone, Monte Compatri, Rocca di Papa e Rocca Priora.
La dirigenza ACEA ATO 2 è stata rappresentata dal Presidente, Sandro Cecili, e dal Direttore S.T.O., Alessandro Piotti.
 
“Il nostro territorio è da tempo soggetto a turnazioni – ha introdotto il Sindaco di Zagarolo, Lorenzo Piazzai. – Abbiamo patito e continuiamo a soffrire in maniera inaccettabile queste interruzioni di flussi idrici. Chiediamo una capacità di investimento della captazione e della distribuzione dell’acqua; chiediamo una manutenzione ordinaria e straordinaria che in un’area rossa, come quella di Zagarolo, deve essere più efficiente e produttiva; chiediamo una tempistica di riparazione più bassa; abbiamo bisogno di una nuova capacità di informazione e di relazione con l’utenza. Il mio Comune e i miei cittadini, così come tutta la Comunità castellana e prenestina, hanno sofferto proprio la difficoltà nel gestire la comunicazione da parte di ACEA. In attesa della Conferenza dei Sindaci che si svolgerà tra un mese, il Comune di Zagarolo è sempre più mobilitato affinché ACEA risponda positivamente alle nostre richieste”.
 
Tra il pubblico, presente anche una rappresentanza di Colle Barco, una zona di Zagarolo che, più di tutte, ha visto i rubinetti a secco.
 
“Famiglie, bambini, adulti che tornano da lavoro: questa estate è stato un dramma – ha spiegato il rappresentante del Comitato civico di Colle Barco – Ci sono continue rotture di tubazioni con grandissime perdite e i tempi di intervento per le riparazioni sono sempre altissimi. Come cittadini ed utenti ACEA abbiamo lo stesso diritto degli altri di avere lo stesso quantitativo di acqua e di avere un servizio pari a quello che paghiamo. Se dobbiamo essere turnati, dobbiamo esserlo come gli altri: a Colle Barco siamo stati turnati per ben 169 giorni. Una situazione ormai insostenibile”.
 
L’incontro tra i Sindaci e la dirigenza ACEA arriva ad un mese di distanza dalla Conferenza dei Sindaci nella quale la società romana dovrà presentare il piano di investimenti per il territorio castellano e prenestino. Il Presidente ACEA ATO 2, Sandro Cecili, ha sottolineato come l’installazione dell’ottavo sifone nel territorio di Frascati avrà conseguenze positive sull’area dei Castelli Romani. Nella zona di Zagarolo, invece, sono state installate valvole per un ammodernamento della rete e per la ricerca delle perdite occulte, vera criticità alla base delle interruzioni idriche.

27/03/2018
AllegatoDimensione
Comunicato post-incontro ACEA e Sindaci258.11 KB